I Love Sport

La passione…quella vera

Share this post

Discutevo oggi con il mio regista Antonello a proposito del tifo nello sport e si diceva di quanto sia un elemento imprescindibile, il cuore pulsante, ciò che rende magico e affascinante il mondo sportivo (e quindi stare in silenzio mentre Roger Federer sul centrale di Wimbledon serve per vincere un Grande Slam per lui è incomprensibile).

Essere tifoso, in tutte le sue sfaccettature, è una fede, un modo d’essere, qualcosa che nasce da dentro, dalla pancia. C’è sempre poco di razionale e tanto di emozionale nel sostenere con amore una squadra o un’atleta.

Certo che è più facile tifare Federer, il Barcellona, Michael Jordan e tutti coloro che, la maggior parte delle volte, alzano la coppa.

Farlo invece quando la strada è e sarà quasi sempre in salita merita un plauso in più. È per questo che questa sera, alla Raiffeisen BiascArena, il mio applauso più sincero va a quelle sette persone che hanno seguito la partita in curva, quelli del “Nord – Front”, per il semplice fatto di esserci, nonostante tutto.

Questo discorso vale per tutti i tifosi chiaramente, a chi di questa bellissima condizione ha rispetto e lo fa nel modo giusto. Dal campetto di quinta lega alle competizione più solitarie e sconosciute.

Mi sono rifatta alla tifoseria dei Ticino Rockets, prendendola ad esempio, per una riflessione generale.

E alla fine è arrivato anche il primo punto stagionale per la squadra di Cadieux, quindi, avanti così!

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Related posts